L’ Italia deve far PAURA. SEMPRE!!!. GO ,allora.!!!

Conclusi i Campionati Europei Indoor di Capodistria (Slo) che chiudono definitivamente la stagione al chiuso. L’Italia festeggia un’ottima trasferta con il primo posto nel medagliere: 2 ori, 5 argenti e 3 bronzi.
Al termine delle finali individuali il compoundista e iridato Sergio Pagni è campione d’Europa per la 3^ volta; nel ricurvo Max Mandia è d’argento, mentre Anastasia Anastasio (compound senior) e l’iridata junior Tatiana Andreoli (arco olimpico) vincono il bronzo.
Le altre medaglie arrivano dalle squadre. Splendide le prove del ricurvo: il trio olimpico maschile è argento dopo uno sfortunato spareggio, mentre le azzurrine vincono il titolo europeo e gli azzurrini si guadagnano il bronzo. Nel compound argento per il trio femminile senior e bronzo per gli junior.
Fitarco News

Quella appena conclusa non è stata una semplice trasferta. Non per chi scrive, almeno. E non si è nemmeno limitata a rappresentare un seppur significativo “Ritorno”. A Koper, io, ho ritrovato una parte di me. Una parte importante di me. Della mia ” vecchia” vita. Di quello che ero stato e che non sapevo ancora se avrei mai più potuto essere. Viviamo in tempi in cui tutto scorre ad una velocità vertiginosa con tempi e ritmi davvero incredibili. Un lungo anno d’assenza dal vivere comune oltre che dai campi di gara significava quindi tanto, davvero tanto, anche se raffrontato ad un’ intera esistenza.Ed io…, io ero diventato improvvisamente “lento”.Mi sono presto abituato a questo fatto, almeno individualmente.Il dato mancante era quello inverso. Sarei io bastato al mio “vecchio” mondo?. Non potevo saperlo a meno che non mi fossi ri – immerso completamente in quella così vicina ma, per certi versi, lontanissima realtà. All’ Arena Bonifika però, ai fischi che davano di fatto inizio alla competizione…, una vampata, quasi un capogiro e tutto attorno a me è risultato di nuovo familiare. Sono cambiati i colori, i suoni , le luci. e ho “riconosciuto” I visi di Marcella, Anastasia, Sergio, Drago, Rolly ed anche della nuova arrivata Viviana. Ed allora, solo allora, mi sono permesso di pensare ” Sì, è ancora casa mia”. E poi le finali, il box, le braccia alzate, i grandi sorrisi, le medaglie al collo. Gioie già vissute ma che oggi hanno per me un significato nuovo ed ancor più carico di emozioni. Grazie davvero a tutti. A chi mi ha regalato ancora il brivido di un Count Down in finale, a chi ce l’ha messa tutta, ai colleghi Coach, all’ intero Team Italia e grazie anche agli avversari, che con i loro ” Welcome Back..” hanno in qualche modo concesso ancor più valore a questo rientro. Sono grato anche a chi ha permesso, con le sue decisioni, che io potessi ancora una volta rivivere questi momenti. Ora posso davvero dire…, sono tornato…, mi siete mancati tanto!!!

 

No votes yet.
Please wait...
Voting is currently disabled, data maintenance in progress.

Lascia un commento