Sistema Cam ½: Settaggio e Timing

La struttura.
Presente oramai da tempo sul mercato il sistema di leveraggio Cam ½ è catalogabile fra quelli “ibridi” e con loro quindi condivide struttura e configurazione oltre che principi di settaggio e timing. Diffusissimo in quanto assemblato su buona parte della produzione Hoyt in almeno cinque diverse variabili può quindi essere preso in analisi quale stereotipo della concezione ibrida. Utile sarà quindi sapere, qualora si sia o si voglia entrare in possesso di un attrezzo dotato di tale configurazione, conoscere esattamente la funzione di ogni suo singolo componente. Al suo esordio la Cam ½ venne presentata come scevra da qualsiasi richiesta di timing. Un’ asserzione sicuramente discutibile che in concreto, infatti, si rivelò non essere esatta. In ogni caso, vedremo in dettaglio ogni componente del sistema perché possiate impadronirvi dei suoi principi e quindi settare al meglio il vostro compound.
Il Control Cable :
Il cavo di controllo collega l’una all’altra le due cam assicurando così la loro sincronia durante tutto il ciclo di trazione. Risulta facilmente identificabile all’interno del circuito in quanto è, dall’inizio alla fine, sviluppato in un intreccio unico ( senza sdoppiamenti ). E’ connesso alla cam superiore attraverso un “ Peg” preceduto da una canaletta di alloggiamento per il cavo stesso come è evidenziato nell’ immagine 1. Inferiormente il cavo di controllo si aggancia invece ad un altro “ Peg” entro il corpo centrale della cam scorrendo su di una piccola canaletta circolare assemblata esattamente sull’asse ( Immagine 2 ).
Il Buss Cable:
Il Buss Cable non è altro che il cavo sdoppiato ( Immagine 3 )che collega gli apici dei flettenti superiori alla cam bassa attraverso la solita canaletta è l’altrettanto tipico “Peg” (Immagine 4 ) . La sua funzione è fondamentalmente quella di controllare l’ altezza ( Asse/Asse ) ed il libbraggio di un arco compound. Va da sè quindi che il Buss sarà il cavo che sopporterà il maggior carico al massimo allungo.
La corda:
Sulle funzioni della corda crediamo non ci sia molto da dire. Il suo sviluppo copre una buona parte della circonferenza di cam ed i soliti “ Peg” su entrambe le cam ospiteranno i suoi occhielli terminali ( Immagine 5 e 6 ). Forse un appunto andrebbe fatto sul numero di giri da imprimere ad una corda prima della messa in opera. Esiste più di qualche “teorema” in merito al rapporto fra lunghezza e numero di “twist”. Riteniamo ragionevole in questo senso il rapporto di 1/1 ( Un giro completo per ogni pollice di lunghezza corda )anche se sappiamo non sia universalmente condiviso. Il rischio di una corda che al rilascio distenda i suoi trefoli dando vita ad un vero e proprio effetto frenante crediamo tuttavia sia di gran lunga più spiacevole. Meglio un giro in più che uno in meno, quindi.
Regolazioni d’ allungo:
Attualmente sotto questo aspetto potremo ritrovarci in tre situazioni a seconda del modello di cam montato sul nostro arco. Alla bisogna potremmo quindi : Fornirci di una cam di diversa ampiezza ( Spiral Cam ), Montare un differente modulo interno ( RKT Cam e Fuel Cam )o ruotare i moduli interni di ambedue le cam ( GTX Cam e M4 Cam). In ogni caso, tuttavia, potremo agire su cavi e corda per muoverci in micro – regolazioni che stazionino entro il ¼ di pollice, misura in cui comunque l’efficienza del sistema cam risulterebbe garantito. A questo scopo dovremo quindi ricordare che:
Per aumentare l’allungo:

Accorciare (aggiungere giri) ad ambedue i cavi
Allungare ( togliere giri ) alla corda
Sarà possibile mettere in atto una o la combinazione delle due azioni sopra citate.

Per diminuire l’allungo:
Allungare (togliere giri) ad ambedue i cavi
Accorciare ( aggiungere giri ) alla corda
Sarà possibile mettere in atto una o la combinazione delle due azioni sopra citate

Non dovremo dimenticare inoltre che :
Per aumentare il libbraggio dell’arco senza avere apprezzabili effetti sull’allungo dovremo:

Accorciare (aggiungere giri) ad ambedue i cavi

Ricordiamo inoltre che le case costruttrici dichiarano l’allungo dei loro attrezzi facendo riferimento allo standard ATA ( ex AMO )che in effetti altro non è che l’allungo al Pivot più un pollice e tre quarti. L’allungo al Pivot ( o “ naturale”, se preferite ) a sua volta fa riferimento alla parte più interna della grip opportunamente proiettata sulla finestra dell’arco. E sarà quest’ultimo l’unico, vero riferimento al quale dovremo dare credito in fase di rilevamento. In linea generale poi sarebbe opportuno non essere dimentichi che su questi sistemi rimane consigliabile lavorare sempre “ a stringere “. In altre parole, dato il nostro allungo “X” e nel caso dovessimo avere a che fare con una cam mono – allungo, ci preoccuperemo di scegliere la misura inferiore di ruota aggiungendo poi giri ai cavi per raggiungere quel ¼ di pollice in più, quando necessario. Naturalmente, lavorando all’interno di un sistema chiuso,gli effetti del “ Twisting “ si rifletteranno anche su altri parametri dell’arco, ed in effetti, riassumendo in maniera definitiva potremo dire che:
Accorciando ( aggiungendo giri ) i cavi, aumenteremo allungo, libbraggio e brace mentre diminuirà la misura Asse/ Asse.
Allungando ( togliendo giri ) i cavi, diminuiremo allungo, libbraggio e brace mentre aumenterà la misura Asse/Asse.
Il Timing:
Ottenere la “sincronia” degli stop in un sistema Cam ½ non è affatto complicato, a patto che ci si muova con metodo. Iniziamo prendendo in considerazione un riferimento fisso ed utile che sarà rappresentato dalla posizione della cam superiore. Quest’ ultima, per esempio, potrà trovarsi in ritardo od in anticipo rispetto allo stop della cam inferiore. Per “pareggiare i conti” facendo riferimento al cavo di controllo ( quello NON sdoppiato ). I parametri di “ Twisting “ saranno i seguenti:
Accorciando ( aggiungendo giri ) il cavo di controllo RITARDEREMO il muoversi della cam superiore.
Allungando ( togliendo giri ) il cavo di controllo ANTICIPEREMO il muoversi cam superiore.
Volendo invece agire sul Buss Cable ( o cavo dei flettenti, se preferite ) interverremo come segue:
Accorciando ( aggiungendo giri ) il cavo di controllo ANTICIPEREMO il muoversi della cam superiore.
Allungando ( togliendo giri ) il cavo di controllo RITARDEREMO il muoversi della cam superiore.
Piccolo appunto: non va dimenticato che, qualora per qualsiasi motivo ci dovessimo trovare ad operare su ambedue i cavi, il Control Cable, essendo decisamente più lungo del Buss Cable, avrà probabilmente bisogno di un aumento o decremento dei giri leggermente superiore al Buss perché il sistema possa essere riportato in Timing.
Riallineamento cam:
Il disallineamento delle cam su di un arco compound non è affatto raro sebbene rappresenti una seccatura. Sui sistemi Cam ½ il recupero del “ Leaning” risulta possibile esclusivamente sulla cam superiore in quanto unica ad essere servita dal cavo sdoppiato ( Yoke, peculiare al Buss Cable )ancorato agli apici dei flettenti.
Annullare o ridurre per quanto possibile il disallineamento delle cam è sempre importante perché così facendo si può ordinare in maniera adeguata il tragitto di corda al rilascio. Operativamente poi va sottolineato che la situazione di cam diritta dovrà essere ricercata preferibilmente ad arco aperto piuttosto che a riposo. Il nostro agire, ovviamente, dovrà concentrarsi sui due segmenti del Yoke aggiungendo o togliendo giri agli stessi a seconda delle necessità. Ad allineamento ottenuto in ogni caso sarà utile ricontrollare il Timing del sistema .

 

DIDASCALIE FOTO:
Immagine 0:

A libero uso ( disegno tecnico cam inferiore sistema cam ½)

camMez-01

Il Cavo di controllo nei suoi alloggiamenti su cam superiore(sx) ed inferiore (dx).

camMezA-01 camMezA-02

Il Buss Cable nei suoi alloggiamenti su flettente superiore(sx) e cam inferiore (dx).

camMezA-03 camMezA-04
Il tracciato di corda su cam superiore (sx) ed inferiore (dx)

camMez-11 camMez-10

I moduli multi – allungo del sistema cam ½ permettono incrementi di circa
½” a step.

camMez-02

Il sistema Cam ½ in una delle sue prime versioni. Nel tempo il progetto si è evoluto verso profili
sempre più “ hard”.

camMez-06 camMez-05 camMez-04 camMez-03

Rating: 5.0/5. From 4 votes.
Please wait...

Lascia un commento